• 2^ Compagnia Guardia di Finanza – 20 giugno 2003 – Con la seguente motivazione: Per l’impegno profuso nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti, dando prova di eccezionale efficacia investigativa.
  • arch. Carlo Sciarrelli – 1° ottobre 2003 – Con la seguente motivazione: Per aver contribuito con la sua opera a diffondere in tutto il mondo il valore e il nome della città di Trieste e la sua tradizione per lo yachting. Le sue creazioni hanno avvicinato la progettazione dell’architettura navale alle soglie dell’arte.
  • Istituto Sacro Cuore – 27 maggio 2004 – Con la seguente motivazione: Per avere contribuito alla formazione integrale della persona con particolare riguardo all’aspetto umano, culturale e spirituale nel momento formativo scolastico ed educativo-sociale, proseguendo con dedizione nell’opera intrapresa dalle Suore Clarisse Francescane Missionarie del SS. Sacramento, fondatrice, nel lontano 1904, dell’Istituto del Sacro Cuore, a servizio della comunità triestina.
  • Giordano Cottur – 21 maggio 2004 – Con la seguente motivazione: Per aver illustrato la Città nello Sport e nella vita testimoniando incrollabile amore per Trieste e l’Italia.
  • cav. Rodolfo Crasso – 30 luglio 2004 – Con la seguente motivazione: Per aver vissuto intensamente lo sport trasmettendone i valori al prossimo con entusiasmo ed abnegazione.
  • Giorgio Forattini  -  12 novembre 2004 – Con la seguente motivazione: Per la sua opera di vignettista con la quale, dimostrando una profonda e attenta conoscenza storica, ha reso una risonanza nazionale ai temi riguardanti Trieste e lo storico esodo dall’Istria, contribuendo a farli uscire dal silenzio che li aveva caratterizzati per molti anni.
  • Renato Balestra – 6 maggio 2005 – Con la seguente motivazione: Percorrendo una lunga e brillante carriera di stilista ricca di successi internazionali e di splendide collezioni ha mantenuto sempre stretti rapporti con la sua città d’origine sottolineando spesso i profondi legami con Trieste valorizzandone l’immagine e le tradizioni in interviste e pubblicazioni.
  • prof. Sabino Scardi – 13 ottobre 2005 – Con la seguente motivazione: Per aver profuso energia e professionalità al servizio del malato studiando il suo cuore e aiutandolo a migliorare la qualità della vita.
  • Don Mario Vatta – 28 settembre 2007 – Con la seguente motivazione: In nome dell’impegno sociale svolto a favore del prossimo attraverso l’opera della Comunità di San Martino al Campo, che dal 1970 accoglie e assiste che ha bisogno d’aiuto. Da allora, grazie a questa realtà, tante persone hanno ritrovato la gioia e la serenità di vivere in armonia con se stessi e con gli altri.
  • S.O.G.I.T. Croce di San Giovanni – I Giovanniti – 29 settembre 2007 – Con la seguente motivazione: In nome dell’opera di volontariato prestata dal 1977 con passione e professionalità, soccorrendo e assistendo il prossimo anche in gravi situazioni di pericolo.
  • Giorgio Irneri – 25 gennaio 2008 – Con la seguente motivazione: In nome dell’alto valore della capacità imprenditoriale dimostrata nello sviluppare una delle più importanti società assicurative d’Italia. Un risultato frutto di passione, competenza e sacrificio, che ha contribuito nella seconda metà del ‘900 a rilanciare l’economia di Trieste negli scenari internazionali.
  • Mons. Eugenio Ravignani – 23 aprile 2008 – Con la seguente motivazione: In nome dell’alto valore morale e spirituale del messaggio portato in questi anni alla comunità triestina.
  • dott.ssa Fulvia Costantinides – 27 febbraio 2009 – Con la seguente motivazione: In nome dell’instancabile opera a favore di Trieste, ingentilita dalla sua simpatica caparbietà. Un impegno che ha consentito al Comune di annoverare un patrimonio artistico di opere e beni che ha arricchito l’offerta culturale della città.
  • Dario Samer – 4 marzo 2009 – Con la seguente motivazione: In nome dell’autentica passione per il lavoro che ha portato la Samer & Co. Shipping ad imporsi come una delle aziende triestine il cui successo imprenditoriale onora e arricchisce l’economia della nostra città.
  • Lelio Luttazzi – 27 aprile 2009 – Con la seguente motivazione: In nome del suo grande e raffinato talento musicale, della sua carica umana e del suo amore per Trieste, quell’amore che lo ha riportato nella nostra città dopo una vita segnata da un continuo successo che lo ha reso celebre e stimato da generazioni di italiani.
  • prof. Claudio Magris – 7 novembre 2009 – Con la seguente motivazione: In nome dell’alto valore culturale della sua opera letteraria e saggistica, il cui livello internazionale ha contribuito a diffondere e consolidare l’immagine di Trieste quale crocevia della nuova Europa.
  • prof.ssa Margherita Hack – 4 febbraio 2011 – Con la seguente motivazione: Per l’alto valore scientifico del suo impegno nella ricerca e nello studio dell’astrofisica, che ha nobilitato il ruolo della città di Trieste nel panorama accademico internazionale.
  • Società Velica di Barcola e Grignano – 30 settembre 2011 – Con la seguente motivazione: Per aver dato risalto alla città di Trieste grazie alla “Barcolana” e all’infaticabile impegno dello storico Presidente, Fulvio Molinari, che contribuì a trasformarla da regata locale a evento internazionale.
  • prof. Fulvio Camerini – 11 ottobre 2012 – Con la seguente motivazione: Per il costante e intenso impegno, unito a una profondissima umanità, profuso nella lunga e brillante carriera professionale e politica, sempre al servizio della città di Trieste.
  • comm. Primo Rovis – 8 novembre 2012 – Con la seguente motivazione: Per le grandi capacità imprenditoriali, costantemente unite a un’instancabile attività benefica a favore della popolazione di Trieste, città che l’accolse in un momento difficile e verso la quale ha sempre dimostrato concretamente la propria gratitudine.
  • Boris Pahor – 23 agosto 2013 – con la seguente motivazione: “Per gli alti meriti letterari, riconosciuti a livello internazionale, testimonianza di un sempre lucido desiderio di verità , indipendente da ideologie e convenienze politiche, e per essere dimostrazione vivente di come, pur nella diversità, si possa essere parte attiva di una stessa comunità”.
  • Civica Benemerenza all’IRCCS Burlo Garofolo – 14 novembre 2016 – con la seguente motivazione:  “In segno di gratitudine per quanto ha offerto e continua a offrire alla collettivita’, fin dalla sua fondazione, avvenuta il 19 novembre 1856, quale ospedale di alta specializzazione e di rilievo nazionale per la salute della donna e del bambino”